Verso la guarigione

By 24 luglio 2016Cose Belle, Moleskina

La strada verso la guarigione è più lunga e difficoltosa del previsto, ma la sto comunque percorrendo con un certo ottimismo: di sicuro domani non sarò tornata in forma come speravo, sono troppo acciaccata, però proverò a riattivarmi lo stesso.

Non voglio fare programmi perché sono ancora debole per tornare a lavorare a pieno ritmo: comincerò con la lettura e con la composizione di una pagina – una sola – di sceneggiatura, tanto per ricominciare ad allenare la mia mente stanca… Dio come odio questa stagione! Anche riprendersi da una semplice influenza diventa un’impresa con questo caldo insopportabile.

Per fortuna che ho un fidanzato da invidia, che mi fa sentire speciale anche quando sono in modalità zombie e che mi fa concentrare sulle cose belle che ci aspettano nel futuro e non sugli intoppi del presente,  due genitori che non mi fanno pesare mai niente, mi incoraggiano a lottare per i miei sogni e ci sono sempre per me e anche un gatto che mi fa sentire in pace con il mondo non appena mi si sdraia accanto e, a questo proposito, mi domando: come si fa a vivere senza un gatto? Da quando ho Dusty e Pandoro mi sembra impossibile anche perché…

Uno scrittore senza un gatto è inconcepibile. Certo è una scelta perversa, poiché sarebbe più semplice scrivere con un bufalo nella stanza piuttosto che con un gatto. Si accucciano tra i vostri appunti, mordicchiano le penne e camminano sui tasti della macchina da scrivere.

(Barbara Holland)

Chissà che cosa sognano queste meravigliose creature durante i loro lunghi sonni? Me lo domando sempre quando osservo il mio prima di addormentarmi e mi piace pensare che quando chiudono quegli occhi splendidi possano accedere a un mondo magico, dove un giorno – quando uno di loro mi riterrà all’altezza – potrò entrare anch’io, un mondo pieno di storie meravigliose, che aspettano solo di essere scritte.

Illustrazione Scaricata da QUI.

Illustrazione Scaricata da QUI.

Ma come facevo a contrastare gli incubi della febbre quando non avevo un micio accanto? Non me lo ricordo e non voglio scoprirlo, perché d’ora in poi ci sarà sempre almeno un gatto nella mia vita e visto che il post di oggi è dedicato a questi meravigliosi esempi (pelosi) di perfezione, vi lascio con una canzone a tema e vi do appuntamento a domani… A presto, amici dei gatti!

Leave a Reply