The Dark Side of The Woman – Recensione

Prima di parlare del libro, devo ricordarvi un appuntamento imperdibile:

 

Domenica 5 Agosto, dalle 21.15, alla Torre di San Vincenzo, avrà luogo l’evento

LA DISTOPIA DIETRO LA MACCHINA DA PRESA

Violetta Bellocchio, intervistata da Veronica Galletta, ci parlerà del suo ultimo romanzo, “La Festa Nera

 

 

Io ci sarò: non mi perderei mai due grandi autrici a confronto in una simile cornice e anche voi dovreste partecipare numerosi. La terza serata del festival “Scrittrici in Noir” – di cui vi ho parlato nel precedente post – si preannuncia sensazionale e l’ingresso è pure gratuito… ma che volete di più?

Detto questo, è arrivato il momento di parlare dell’antologia “The Dark Side Of the Woman“, curata dalle mirabolanti Donne Difettose e pubblicata dalla casa editrice Il Foglio Letterario. La raccolta contiene 15 racconti: 10 sono stati scritti dalle vincitrici dell’omonimo concorso, 3 dalle ragazze che hanno messo in piedi quest’incredibile iniziativa e 2 da un paio di guest star d’eccezione, ovvero, Arzachena Leporatti e Claudia Oldani. Guardate la copertina: un capolavoro che è un omaggio a due serie magistrali, Twin Peaks e True Detective.

Avevo già intuito la qualità dei racconti ascoltando gli estratti letti dalle autrici durante la premiazione, ma i testi hanno superato le mie aspettative: è difficile riassumere le sensazioni regalatemi da questi scorci oscuri tracciati da scrittrici così diverse, accomunate dal loro talento e dalla loro passione, ma lo è ancora di più darvi un’idea di cosa troverete in queste storie senza rovinarvi i finali, tutti sorprendenti e mai banali.

Mi limiterò a tracciare una linea rossa per guidarvi su questa strada buia, ma senza svelarvi più del necessario: assisterete al rapimento di un’innocente attratta da due maschere rassicuranti che invece nascondono due disperati; conoscerete un killer di cui tutti parlano ma di cui nessuno conosce neppure il sesso, un maestro del travestimento che sa come conquistare la fiducia delle sue vittime; accompagnerete una donna delusa a un appuntamento con un uomo affascinante che non avrà l’esito che lei sperava; partirete con una ragazza arrabbiata in un viaggio che la riporterà a casa, ma non per una tranquilla rimpatriata; spierete una giovane dagli appetiti incontrollabili alle prese con le sue dipendenze e i suoi sogni; entrerete nella mente di un uomo annoiato e disilluso che ha trovato un modo originale di impiegare il tempo; ascolterete il racconto straziante di una donna semplice che vi conquisterà; seguirete il Bianconiglio nella sua tana, un posto molto diverso da come lo ricordate; sarete testimoni dello scontro fra la fidanzata e la migliore amica di un uomo scomparso e poi dell’incontro fra un malavitoso e una donna più pericolosa di lui; parteciperete a un party di Natale “stupendo” solo a metà; farete il tifo per due amiche da sempre che hanno subito una grande ingiustizia e per due amiche per caso che si sosterranno in un incubo chiamato “caporalato”, ma l’amicizia tra due ragazzine sadiche vi farà rabbrividire e, infine, vi intenerirete e piangerete per un amore che non potrà mai nascere in un posto arido come i cuori di chi lo abita.

Vi ho incuriosito almeno un po’? Spero di sì perché queste storie meritano di essere lette.

Appuntamento domenica a San Vincenzo, dunque, per la penultima serata di un festival sensazionale come pochi.

Leave a Reply