Lo stato delle cose

No, nessun riferimento alla brutta vignetta che ha sollevato un polverone qualche giorno fa, ma solo un breve resoconto della mia situazione attuale… La giornata è passata in un soffio: sono partita da casa mia di primo mattino e non mi sono fermata più, senza peraltro chiudere nessuna delle faccende in sospeso; probabilmente domani sarà il giorno buono per mettere la parola “fine” su qualche noiosa incombenza, ma sono preoccupata per ALO perché sono un po’ più indietro del previsto sulla mia tabella di marcia (è parecchio che ve lo dico, lo so) e domani potrò lavorare soltanto dopo le 18, se andrà bene.

Detto questo, capirete perché stasera mi sentivo un po’ così…

Illustrazione Scaricata da QUI.

Illustrazione Scaricata da QUI.

…sottosopra e in alto mare.

Per fortuna che il mio ragazzo – capendo dalla mia voce al telefono che avevo passato una giornata davvero brutta e che la mia inquietudine non mi avrebbe consentito di concludere un granché prima di andare a dormire – mi ha convinto a cenare insieme e a guardarci un film, mettendo la museruola al mio stacanovismo e raddrizzando così una giornata storta… sono davvero fortunata ad aver trovato un amore così profondo da avermi raggiunto anche sott’acqua:

So che sono stata molto breve oggi e che non vi ho raccontato nulla riguardo a questo disastroso giovedì, ma dovete perdonarmi: non sono molto ispirata stasera perché…

L’Amore è come una clessidra: quando si riempie il cuore, si svuota il cervello.

Jules Renard

Vedrò di riequilibrare le cose domani sera, cercando di chiudere almeno il mio romanzo per bambini.

Buonanotte, amici innamorati! Noi ci ritroveremo qui domani, verso le 23, con la speranza di riuscire a concretizzare qualcosa nelle poche ore di lavoro che mi saranno concesse.

One Comment

Leave a Reply