Lentamente Risalire…

Ho già usato “Salirò” come tema del giorno, anche se sarebbe perfetto per sintetizzare questa giornata, ma in realtà c’è un’altra canzone che calza a pennello a questo sabato così denso di impegni:

“Disposta a sbagliare, solo per crescere”, vado avanti, cercando di mantenermi più calma possibile, anche perché l’agitazione non aiuta mai a risolvere i problemi, casomai a ingarbugliarli.

Ho appena scoperto di non aver vinto la lotteria dell’8 settembre (e voi?), dunque non ho scuse per non rimboccarmi le maniche e rimettermi al lavoro: ho deciso di rimandare la questione “pagamenti in sospeso” alla prossima settimana e di concentrarmi sui miei libri in pubblicazione, che al momento hanno la priorità su qualsiasi cosa.

Ho appena scritto i testi da inserire sul dorso e sulle alette del mio romanzo per bambini: li lascerò riposare un giorno intero e domani mattina li rileggerò e li spedirò, sperando di chiudere almeno una faccenda.

Nell’ora e mezzo che avrò a disposizione per lavorare prima del mio appuntamento pomeridiano,  invece, cercherò di progettare meglio che posso una delle scene più difficili del secondo volume di ALO, consapevole del fatto che dovrò buttare giù almeno tre o quattro versioni diverse prima di trovare quella che mi soddisfa appieno.

Dovrei essere contenta perché se ci riesco sarò a buon punto e anche perché l’allenamento e la dieta hanno già spazzato via i primi due chili, ma ho ancora molti dubbi su alcune scelte tecniche da adottare per questa nuova sceneggiatura e sono consapevole del fatto che nonostante i primi successi non sono mai stata in una forma fisica tanto pessima forse perché…

Non c’è amore più sincero che l’amore per il cibo.

George Bernard Shaw

Io ne so qualcosa, ma ormai mi sono rassegnata al fatto che per qualche mese i dolci potrò gustarmeli solo con gli occhi:

Immagine Scaricata da QUI.

Immagine Scaricata da QUI.

Assodato questo, bando alle lamentele e sotto con carta e penna da una parte e palestra dall’altra, due mondi distanti, ma entrambi in grado di migliorarmi la vita, due mondi che un giorno unirò sicuramente in una storia; in realtà la storia in questione è già pronta da anni: devo solo trovare un disegnatore, specie rara quando non si è più nel giro giusto… sono convinta che alcuni di voi capiscono a cosa mi riferisco e che – come me – pensano che l’ipocrisia sia davvero una gran brutta cosa.

Buon week-end, amici disillusi! Se mi cercate, sapete dove e quando trovarmi: domani, dopo il caffè, nel mio salotto virtuale, come sempre.

Leave a Reply