Giornate Produttive

Oggi ho messo in pratica il mio buon proposito di limitare l’uso di internet e il risultato è andato oltre le mie più rosee aspettative: il mio cervello si è rimesso in moto e non solo ho scritto le prime quattro pagine della nuova sceneggiatura di ALO e mi sono accorta di un errore nel primo volume che forse si può ancora riparare, ma sono andata avanti con le correzioni di un libro che devo valutare, ho sbrigato le incombenze in sospeso dallo scorso week-end, ho continuato una storia breve che avevo iniziato il mese scorso e adesso mi appresto a leggere per mezzora prima di andare a dormire.

Mi ero dimenticata di quanto fosse bello il mondo quando non si è schiavi della rete: ho prodotto il doppio, tuttavia, mi sento meno stanca del solito perché non ho buttato tempo ed energie a controbattere commenti razzisti, omofobi o semplicemente stupidi. La pace interiore è tutto perché, come dice il saggio:

Se guardi al canneto con pace, ti darà frescura. Se guardi al canneto con ira, ti darà percosse.

Proverbio cinese

Domani avrò ancora meno tempo di oggi, ma ho intenzione di comportarmi alla stessa maniera: riducendo al minimo le distrazioni riuscirò a rimettermi in pari con le scadenze e a fare un lavoro all’altezza delle mie aspettative, ne sono sicura, anche se la lotta contro l’afa mi darà un gran filo da torcere.

Oggi ho ovviato al problema scrivendo tre tavole ambientate tra i ghiacci dell’Alaska, che hanno come protagonista un famosissimo orso…

Illustrazione Scaricata da QUI.

Illustrazione Scaricata da QUI.

Sono le pagine che aprono il secondo volume del mio fumetto: sono soddisfatta del risultato, senza contare che rileggerle mi ha dato una sensazione di freschezza così intensa da farmi dimenticare per un momento che il mio amato inverno è tanto lontano.

Se proprio devo essere sincera, l’errore che ho scovato nel libro a cui vi ho accennato prima mi ha turbata un po’, ma troverò una soluzione il più presto possibile. Comincerò con lo scrivere una mail difficile e poi aspetterò: ormai sono avvezza alle attese e, comunque vada, cercherò di mantenermi di ghiaccio…

Potrei agitarmi, disperarmi e imprecare, ma come direbbe il fantastico Mark Rylance nel film “Il ponte delle spie“… Servirebbe?

Buonanotte, amici di polso! Ci aggiorniamo domani.

Leave a Reply