Un altro martedì mascherato da lunedì…

Cominciano ad essere tanti questi martedì in maschera, decisi a emulare i peggiori lunedì dell’anno, capaci di ridurre le ore a pizzicotti e sempre pronti a minare un solido buon umore con pessime notizie, ma io non mi lascerò abbattere dai loro trabocchetti e continuerò per la mia strada, decisa a concludere qualcosa di buono prima che quest’anno finisca.

Dovete sapere che al momento sono mezza cieca (di nuovo); quando mi ero imposta di lavorare sulla sceneggiatura di ALO tutto il giorno non avevo fatto i conti con l’appuntamento dall’oculista e con il suo micidiale collirio… Adesso ho le pupille dilatate come il gatto con gli stivali quando usa la sua arma segreta, ma sono decisamente meno graziosa e non altrettanto in forma: mi consolo pensando che domani sarà tutto passato e che forse potrò davvero rimettermi al lavoro.

La giornata non è cominciata bene, dato che ho appreso di non aver vinto il concorso della Genesis Publishing, ma non sarà questo a fermarmi: ho deciso che prima della fine dell’anno scriverò alla casa editrice per proporre il romanzo che è arrivato in finale all’interno di un progetto più ampio (una serie di diari del protagonista scritti sotto pseudonimo e un libro che racconta la genesi scherzosa del mio noir)… in fondo sono arrivata fra i primi 3 e sono abbastanza determinata da puntare alla luna, dunque perché la redazione non dovrebbe darmi una chance?

Lavorerò a questo progetto da qui fino al 31, parallelamente alla stesura della sceneggiatura del secondo volume del mio fumetto e stavolta non mi lascerò fermare da nessuno, neppure dai corrieri che mi hanno telefonato in massa per dirmi che mi consegneranno tutte le cose che ho ordinato la Vigilia alle 7 del mattino; ottima scusa per lavorare anche in un giorno in cui è facile dimenticarsi che la scrittura richiede un tributo giornaliero ed io le darò la mia spremuta di parole anche quando tutti riposeranno e la tentazione di tirare i remi in barca sarà più forte che mai.

Il coraggio e la perseveranza possiedono un talismano magico di fronte al quale le difficoltà scompaiono e gli ostacoli svaniscono nel nulla.

John Quincy Adams

Oggi ho spedito una domanda per un concorso impegnativo che non ha niente a che vedere con la scrittura: potrebbe essere un’ottima opportunità e visto che ho davvero bisogno di un lavoro stabile incrocio le dita e mi preparo a studiare sodo.

Per adesso, però, cerco di concentrarmi sulla sceneggiatura da finire e sul materiale da spedire alla casa editrice per chiudere l’anno in bellezza, senza lasciare niente di intentato; domani è il solstizio d’inverno, entriamo nella mia stagione, dunque ho buone sensazioni per l’immediato futuro, visto che di solito il freddo mi porta sempre grandi idee…

Illustrazione Scaricata da QUI.

Illustrazione Scaricata da QUI.

E su questa folata d’entusiasmo vi saluto, amici speranzosi! Buonanotte a tutti e a domani.

Leave a Reply