Oggi è stata una giornata stranissima: mi sono alzata col piede giusto, ho ripreso il « riordino » da dove lo avevo lasciato e – interruzioni forzate a parte – ho continuato fino a sera, saltando anche il consueto appuntamento al cinema del mercoledì.

Che dire, a parte… HO FINITOOO! Il mio studio sembra un’altra stanza dopo aver applicato le regole del manuale di cui vi ho parlato e anche se non ho avuto nessuna reazione allergica, né attacchi di diarrea fulminante e non sono dimagrita di 3 kg in un botto (come prospetta l’autrice alla fine del libro), mi sento davvero meglio; ho buttato almeno una decina di sacchi piene di cose inutili, che non avevano né un valore affettivo né pratico e sospetto che avrei potuto fare di più se non avessi una mentalità così dannatamente occidentale.

Forse è solo una sensazione, ma mi sento la testa sgombra e credo che in questo momento potrei scrivere qualcosa di davvero buono: l’occhio sta meglio, ho creato un ambiente di lavoro ideale, dunque da venerdì potrò buttarmi anima e corpo sulla sceneggiatura di ALO e terminarla.

Perché venerdì e non domani? Lo so che il mio mentore si dà da fare tutti i giorni dell’anno, ma l’8 dicembre è da sempre il giorno in cui faccio l’albero con mia madre e non voglio rinunciare a questa tradizione; se poi considerate che dovrò anche fare una doppia estrazione per QUESTO CONCORSO, scrivere un paio di post, impacchettare i primi regali e andare dal mio ragazzo dall’ora di pranzo in poi, vi renderete conto da soli che non avrò un minuto per dedicarmi al mio figlioletto indiano, ma pur essendone dispiaciuta, sono convinta che la prossima settimana mi ringrazierà per il gran lavoro che farò.

Quest’anno ho fatto un grande errore: ho pensato sempre troppo a lungo termine, ma per il futuro sono fermamente intenzionata a seguire questo consiglio e non aspetterò l’anno nuovo per cominciare:

Pensa in termini di propositi del giorno, non dell’anno.

Henry Moore

Dovrei essere molto stanca perché è tutto il giorno che rassetto come una casalinga modello…

…ma non ho per niente sonno, dunque credo che approfitterò del giorno festivo che sta per iniziare per farmi un bel bagno caldo, bere un tè bollente al miele e guardarmi qualcosa su Sky, visto che oggi la televisione non l’ho vista neppure da lontano: è bella la vita quando si è sereni e ogni tanto è d’obbligo farsi un regalo.

Allora io vado, amici nottambuli!

Illustrazione Scaricata da QUI.

Illustrazione Scaricata da QUI.

Continueremo le nostre chiacchiere domani, sempre qui, a un’ora imprecisata del giorno.

Leave a Reply